UN CONVEGNO SULLA PREVENZIONE ANTISISMICA PER LE SCULTURE

L’isolamento alla base è considerata una delle più interessanti tecniche per la mitigazione del rischio sismico per gli edifici. Da decenni molte applicazioni in tutto il mondo sono state realizzate nell’ambito dell’ingegneria sismica. Recentemente questo tipo di principio è stato esteso anche alla protezione sismica degli artefatti scultorei e su questo tema verterà il convegno che avrà luogo venerdì 12 giugno alle 16.30 presso Villa Manzoni, intitolato "Protezione antisismica di artefatti scultorei mediante isolamento sismico".
Grande attesa è riservata all'intervento del prof. James Kelly, uno dei padri fondatori della tecnica dell'isolamento alla base. Al seminario partecipano i docenti dell’Università di Firenze, presso la quale è attivo un gruppo di ricerca che sta valutando la possibilità di estendere lo studio alle realtà italiane, tra cui il David di Michelangelo.

Coordinatore scientifico del convegno è l'ingegnere sammarinese Davide Forcellini, che in collaborazione con l'Ente Cassa di Faetano - che già lo aveva premiato nella prima edizione del Fondo per l'eccellenza sammarinese - raccoglie sul Titano importati esperti e ricercatori, sotto il prezioso patrocinio di Assisi: Anti-Seismic Systems International Society.

Intervengono:
> Prof. Emeritus James M. Kelly (University of California, Berkeley, PEER)
> Prof. Ing. Luca Facchini, Ph.D. (Università di Firenze)
> Dott.ssa Chiara Morandini (Laureata, Università di Firenze)
> Dr. Don Clyde (EQX Global, Principal)
> Ing. Massimo Forni (Responsabile Unità Tecnica Ingegneria Sismica, ENEA)
> Dott. Ing. Davide Forcellini, Ph.D. (Università di San Marino).

>> Per saperne di più