REPORT ASSEMBLEA DEI SOCI 2020

Ente Cassa di Faetano approva il bilancio 2019 ed accoglie 160 nuovi Soci. Al centro della relazione del Consiglio di Amministrazione il consolidamento e lo sviluppo di Banca di San Marino. Attesa per le celebrazioni del centenario.

I Soci dell’Ente Cassa di Faetano si sono riuniti oggi in Assemblea per approvare il bilancio all'esercizio finanziario 2019.


Nella Relazione del Consiglio di Amministrazione, illustrata ai Soci dal Presidente Giuseppe Guidi, è emersa forte la consapevolezza dell’importante ruolo che Ente Cassa di Faetano e Banca di San Marino rivestono nel supporto al tessuto sociale ed economico sammarinese, ruolo che le due istituzioni intendono onorare al massimo delle proprie possibilità e che oggi è posto davanti a sfide molto impegnative.
Grande spazio è stato quindi riservato a Banca di San Marino, il cui potenziamento rappresenta l’oggetto principale degli sforzi della governance ECF.



Il nuovo Consiglio ECF, l’anno scorso, ha subito chiesto a Banca di San Marino un deciso cambio di passo improntato ad una migliore accoglienza della clientela esistente e ad un maggiore impegno nell’aperura di nuovi rapporti bancari; al contempo è stato dato forte impulso alla riorganizzazione dell’azienda, soprattutto per quanto riguarda il contenimento dei costi - a partire da quelli della Governance - ed una sempre maggior snellezza nei flussi di lavoro.
Il rinnovo delle nomine, avvenuto nell’Assemblea Azionisti Bsm di ieri, certamente potrà dare un ulteriore contributo in questa direzione.

La nuova Governance di Bsm è così composta: Presidente Francesca Mularoni, Membri del Consiglio di Amministrazione Raffale Bruni, Jessica Gasperoni, Alessandra Pesaresi ed Elisa Zafferani; per quanto riguarda il Collegio Sindacale è stata nominata Presidente Alessia Scarano e membri Alessandro Geri e d Andrea Righetti.

Grande attenzione è stata riservata anche al tema dei dipendenti di Bsm: da un lato l’Ente constata la necessità di approfondire l’innovativo accordo attivato con l’Associazione Dipendenti Azionisti (A.D.A.), per la nomina di un proprio rappresentante all’interno del Cda di Bsm; dall’altro auspicava maggiori sensibilità e disponibilità nell’ambito delle trattative legate ai compensi, che appaiono da tempo non più proporzionati alla situazione economica del paese, argomenti ai quali occorre dedicare particolare attenzione.

Per quanto riguarda l’attività dell’Ente, il Direttivo ha ripercorso gli importanti interventi realizzati su Statuto e Codice Etico che hanno portato alla riduzione dei membri del Cda e all’introduzione del Sindaco Unico, nominato oggi per la prima volta nella persona di Marco Beccari, personalità con esperienza sindacale e in organi ed enti della Repubblica di San Marino.

La relazione sui progetti del 2019 è stata presentata dal Vicepresidente Joseph Guidi. Nonostante la necessaria riduzione dell’attività di erogazione, l’Ente ha sostenuto più di 50 progetti, investendo oltre 47.000 euro in particolare nei settori Cultura ed Istruzione, Attività Sportive e Ricreative e Assistenza Sociale.
L’Ente è anche impegnato nel ripristino di alcuni locali al fine di favorire l’aggregazione sociale nel Castello di Faetano.

L’Assemblea è stata anche l’occasione per accogliere i 160 nuovi Soci nominati con l’ultima campagna adesioni. Un numero importante, espressione dell’apprezzamento che la comunità sammarinese nutre per questa importante istituzione che rappresenta oggi la continuità storica dei valori e degli ideali della Cassa Rurale di Faetano. Ulteriore motivo di soddisfazione è l’alto numero di giovani coinvolti: sono state infatti oltre 50 le domande di aspiranti Soci sotto i 40 anni, e di questi 25 da ragazzi under 30. Con questi nuovi ingressi l’Ente è oggi composto di 480 Soci.

Infine il Centenario della nascita della Cassa Rurale di Faetano. Il 20 dicembre del 1920 veniva firmato l’atto costitutivo di una piccola cooperativa che, da strumento di sostegno per la piccola comunità di Faetano, si è trasformata in una colonna portante della vita economica e sociale sammarinese. Per celebrare questa importante ricorrenza ECF e BSM hanno organizzato una serie di eventi che avrebbe dovuto partire già da marzo. La sospensione delle attività aggregative imposta dall’emergenza Covid-19 ha richiesto una ridefinizione del programma che verrà reso pubblico quanto prima, compatibilmente con le misure emanate a tutela della comunità.