Storia dei Castelli della Repubblica di San Marino

Una collana editoriale realizzata da Ente Cassa di Faetano, Banca di San Marino e Leasing Sammarinese per scoprire la storia del nostro paese attraverso quella delle comunità che lo compongono.

Il progetto

Tanto è stato scritto sulla storia della Repubblica più antica del mondo ma forse per la prima volta - in modo così ampio e sistematico - la storia di San Marino viene rivisitata non nella sua forma statuale ma nella fattispecie delle comunità che la compongono, sulla falsariga della Local History inglese e di analoghe esperienze italiane.
Responsabile scientifico e curatore del progetto è il Professor Girolamo Allegretti, accreditato storico del Montefeltro che ha coinvolto nei lavori firme affermate in campo storiografico, autori e ricercatori nell’ottica del più alto rigore scientifico che tuttavia non vuole restituire un testo per soli addetti ai lavori. Ad arricchire ulteriormente il progetto è il contributo di prestigiosi artisti ai quali viene di volta in volta commissionata un’opera originale che rappresenti il Castello oggetto di studio. La Collana - inaugurata nel 2009 con il volume dedicato al Castello di Faetano, dove nel 1920 nacque il germoglio che diede origine al Gruppo Banca di San Marino - è proseguita di anno in anno attraverso Montegiardino, Fiorentino, Chiesanuova, Acquaviva, Domagnano, Serravalle, Borgo Maggiore. Il volume conclusivo verrà pubblicato nel dicembre 2017 e sarà dedicato a Città di San Marino.

GRANDI ARTISTI DISEGNANO SAN MARINO

Per raffigurare Borgo Maggiore è stata scelto il tratto vitale di LORENZO MATTOTTI, pittore, illustratore, autore, viaggiatore, affermato a livello internazionale, nato a Brescia e volato a Parigi dove vive e lavora. Eclettico e curioso, Mattotti è un esploratore e sperimentatore di tecniche differenti: fin dagli anni '70 passa con agilità dagli albi a fumetti - tradotti in tutto il mondo - alle illustrazioni per i classici della letteratura, quali Pinocchio di Carlo Collodi e Padiglione sulle dune di Stevenson; dalla creazione di manifesti per importanti festival come Cannes, agli interventi per quotidiani e riviste internazionali – tra cui Le Monde, The New Yorker, Süddeutsche Zeitung, La Repubblica – oltre alle collaborazioni con numerosi artisti quali Lou Reed, Wong Kar-wai, Steven Soderbergh e Michelangelo Antonioni.
Oltre alla copertina del libro le sue opere impreziosiranno il Calendario BSM.

GLI INCONTRI NEI CASTELLI

Ogni volume della Collana viene presentato pubblicamente in un luogo rappresentativo del Castello, alla presenza delle autorità e di un relatore qualificato. Questo momento corona ogni volta un anno di intenso lavoro che coinvolge insieme al professore Allegretti anche le Giunte di Castello e tante altri collaboratori.

PRESENTAZIONE PUBBLICA DEL VOLUME "BORGO MAGGIORE"

lunedì 12 dicembre 2016 / ore 21 / Chiesa Madonna della Consolazione via XXVIII Luglio, Borgo Maggiore RSM

Interventi

Saluti delle Autorità
Fausto Mularoni - Presidente Banca di San Marino
Riccardo Paolo Uguccioni - Storico contemporaneista, presidente della Fondazione Olivieri e della Società di Studi Storici di Pesaro 

Girolamo Allegretti - Responsabile scientifico e curatore del progetto

In alto: Lorenzo Mattotti, Borgo Maggiore
pastelli e matite su carta, 2016, opera su commissione dell'Ente Cassa di Faetano
e Gruppo Banca di San Marino



>> Guarda il video integrale della presentazione

BORGO MAGGIORE - VOLUME VIII

Oggi i suoi confini sono ben delimitati, come ha rimarcato l’UNESCO che nel 2008 ha inserito Città e Borgo Maggiore tra i Patrimoni Mondiale dell’Umanità. Eppure la distinzione tra le due perle del Titano è, de facto, storia piuttosto recente. Borgo Maggiore solo all’inizio del XX secolo acquisisce la propria autonomia distaccandosi dalla comunità-madre di Città ma che dai secoli più antichi è stato il centro commerciale e sociale della Repubblica, ospitando quel mercato che non è solo luogo di scambi e commerci ma anche occasione di incontri fra persone, di contatti con nuove idee, di vitalità e di fermento, di socialità e di festa.

VOLUME VII - SERRAVALLE

Serravalle è oggi il Castello più popoloso di San Marino, teatro di eventi storici molto importanti - come le contese con i Malatesta o l’occupazione alberoniana - e di uno sviluppo sorprendente avvenuto da metà ‘800 in poi. Per secoli ha vissuto le difficoltà di un castello “preda di guerra” - è infatti con i Patti di Fossombrone del 1463 che viene strappato ai Malatesta e donato a San Marino dai Montefeltro - un fatto che ha impedito a Serravalle di avere suoi rappresentanti in Consiglio per molti anni. Un Castello fino ad un certo punto non particolarmente florido ma che conosce nell’800 una fioritura incredibile che passa per il commercio e l’artigianato, favoriti anche dalla nascente viabilità Rimini - San Marino.
Un rapporto quello di Serravalle con il Titano che ha presentato - e per certi aspetti presenta ancora - degli aspetti critici ma che certamente ha giovato ad entrambi, tanto che oggi San Marino non potrebbe riconoscersi senza questo Castello.